Linux desktop 3D

24 12 2006

La personalizzazione del proprio desktop è una delle cose più importanti per un utilizzo piacevole ed efficiente del computer, ma purtoppo la maggior parte degli utenti windows e mac, essendo abituati a non poter scegliere, non si renderanno neppure conto di cosa stia parlando.
Fortunatamente, per gli utenti Linux invece, la situazione è nettamente migliore ed a seconda dellle esigenze, si può decidere di adottare un approccio minimalista con un “window manager” ultraleggero come Fluxbox, oppure un completo “desktop manager” come Gnome, o ancora un “ambiente 3D” con effetti di transizione e trasparenze stupefacenti.
In questa occasione, visto e considerato che l’ installazione e la configurazione dei “window manager” e dei “desktop manager” standard è banale, ci occuperemo degli “ambienti 3D”.

Quanto descritto necessita dei seguenti prerequisiti :
1) Ubuntu edgy correttamente installata
2) connessione internet attiva
3) scheda video ati-radeon

Si parte :

Installazione dei driver dai repository Ubuntu

innanzitutto apriamo un terminale ed acquisiamo i privilegi di amministratore
$ sudo -s [invio]
password [invio]

facciamo il backup del file sources.list
# cp /etc/apt/sources.list /etc/apt/sources.list.BKP [invio]

apriamo il file sources.list
# gedit /etc/apt/sources.list [invio]

aggiungiamo alcuni repository, copiando le righe necessarie nel file sources.list

deb http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy main restricted multiverse universe
deb-src http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy main restricted multiverse universe
deb http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy-updates main restricted multiverse universe
deb-src http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy-updates main restricted multiverse universe
deb http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy universe
deb-src http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy universe
deb http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy-backports main restricted universe multiverse
deb-src http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ edgy-backports main restricted universe multiverse
deb http://security.ubuntu.com/ubuntu edgy-security main restricted multiverse universe
deb-src http://security.ubuntu.com/ubuntu edgy-security main restricted multiverse universe
deb http://security.ubuntu.com/ubuntu edgy-security universe
deb-src http://security.ubuntu.com/ubuntu edgy-security universe
deb http://ubuntu.beryl-project.org/ edgy main


scarichiamo ed importiamo le chiavi gpg per i repository beryl:

$ wget http://ubuntu.beryl-project.org/root@lupine.me.uk.gpg -O- | sudo apt-key add - [invio]

$ wget http://ubuntu.beryl-project.org/quinn.key.asc –quiet -O - | sudo apt-key add - [invio]

ed ora aggiorniamo apt
# apt-get update [invio]

facciamo il backup del file xorg.conf
# cp /etc/X11/xorg.conf /etc/X11/xorg.conf.BKP [invio]

installiamo tutto il necessario
# apt-get install xserver-xorg-driver-ati xorg-driver-fglrx xorg-driver-fglrx-dev linux-restricted-modules-$(uname -r) [invio]

creiamo un collegamento simbolico per OpenGL
# ln -s /usr/lib/dri /usr/lib/xorg/modules/dri [invio]

quindi carichiamo i moduli ed aggiorniamo la configurazione di xorg.conf
# depmod -a [invio]
# aticonfig --initial [invio]
# aticonfig --overlay-type=Xv [invio]
# modprobe fglrx [invio]

controlliamo che il modulo fglrx sia presente in /etc/modules per essere caricato all’ avvio
# gedit /etc/modules [invio]

verifichiamo anche che venga usato fglrx come driver della scheda video
# gedit /etc/X11/xorg.conf [invio]

nella sezione “Device” deve essere impostato il driver “fglrx” come dall ‘esempio
Section "Device"
Identifier "ATI Technologies, [modello]"
Driver "fglrx"
BusID "PCI:1:0:0"
EndSection

riavviamo ed eseguiamo un test per l’accelerazione 3D
# fglrxinfo [invio]

L’output del comando dovrebbe essere
display: :0.0 screen: 0
OpenGL vendor string: ATI Technologies Inc.
.
.

attenzione : se al posto di ATI vediamo scritto Mesa, qualcosa non ha funzionato !

Installazione dei driver ATI proprietari

in questo caso, prima di iniziare è necessario procurarsi i driver ATI ufficiali

poi apriamo il file /etc/default/linux-restricted-modules-common e cambiamo la riga:

DISABLED_MODULES=" "

in

DISABLED_MODULES="fglrx"

se abbiamo i vecchi driver, dobbiamo rimuoverli, per farlo è sufficiente aprire Synaptic ed effettuare una ricerca con il termine fglrx.

di seguito digitiamo nel solito terminale:

# dpkg-reconfigure xserver-xorg [invio]

all’inizio della procedura scegliamo ati e lasciamo invariato tutto il resto.

riavviamo il computer.

quindi da un terminale, dopo avere acquisito i privilegi di amministratore, digitiamo:

# apt-get install gcc-3.3-base gcc-3.4 module-assistant build-essential debhelper fakeroot dh-make debconf libstdc++5 [invio]

se necessario, cancelliamo i vecchi file *.deb in /usr/src/ :

# rm /usr/src/fglrx-kernel*.deb [invio]

adesso andiamo a creare i pacchetti:

# chmod +x ati-driver-installer-8.32.5-i386.run [invio]
# LANG=C LC_ALL=C ./ati-driver-installer-8.32.5-i386.run --buildpkg Ubuntu/edgy [invio]

n.b. ovviamente il numero della versione del driver potrebbe differire!
ora installiamo i pacchetti creati:

# dpkg -i xorg-driver-fglrx_8.32.5-1_i386.deb [invio]
# dpkg -i fglrx-control_8.32.5-1_i386.deb [invio]
# dpkg -i fglrx-kernel-source_8.32.5-1_i386.deb [invio]

di seguito compiliamo il modulo del kernel:

# m-a prepare [invio]
# m-a update [invio]
# m-a a-i fglrx [invio]

nel caso l’ultimo comando crei dei problemi, digitiamo:

# dpkg -i fglrx-kernel-source_8.32.5-1_i386.deb [invio]
# m-a build fglrx [invio]
# m-a install fglrx [invio]
# depmod -a [invio]

ora eseguiamo la configurazione del server X.org:

# aticonfig --initial [invio]
# aticonfig --overlay-type=Xv [invio]

per finire, apriamo il file xorg.conf con :

# gedit /etc/X11/xorg.conf

e nella sezione Device, assicuriamoci che ci sia come driver “radeon”

Section "Device"
Identifier "ATI Technologies, [modello]"
Driver "radeon"
BusID "PCI:1:0:0"
EndSection

mentre in fondo allo stesso file, appena prima della sezione DRI, aggiungiamo :

Section "Extensions"
Option "Composite" "Disable"
EndSection

riavviamo il computer e dal terminale verifichiamo che il direct rendering sia presente

# glxinfo | grep rendering [invio]

ora, se la stringa “direct rendering” è settata a “Yes” – significa che il 3D funziona, quindi digitando:

# fgl_glxgears [invio]

dovremmo vedere degli ingranaggi che ruotano fluidamente

installazione di beryl ed xgl

installiamo tutto il necessario con apt
# apt-get install beryl beryl-core beryl-plugins beryl-plugins-data beryl-settings beryl-manager emerald emerald-themes xserver-xgl [invio]

configurazione Beryl ed XGL

creiamo uno script che ci permetta di scegliere di far partire una sessione con xgl+beryl
# gedit /usr/local/bin/startxgl.sh [invio]

al suo interno scriviamo:

#!/bin/sh
Xgl -fullscreen :1 -ac -br -accel glx:pbuffer -accel xv:pbuffer &
sleep 4
export DISPLAY=:1
exec gnome-session

ed ora rendiamolo eseguibile

# chmod +x /usr/local/bin/startxgl.sh [invio]

creiamo anche il file di sessione xgl
# gedit /usr/share/xsessions/xgl.desktop [invio]

al suo interno scriviamo

[Desktop Entry]
Encoding=UTF-8
Name=Xgl
Comment=Start an Xgl Session
Exec=/usr/local/bin/startxgl.sh
Icon=
Type=Application

per far partire beryl in automatico all’avvio di ubuntu andiamo su Sistema > Preferenze > Sessioni > Avvio programmi > ed inseriamo nel riquadro :
/usr/bin/beryl-manager

possiamo riavviare il computer e quando arriviamo alla schermata di login clicchiamo su :Opzioni > Seleziona sessione, ed impostiamo la sessione xgl
(per sicurezza solo per questo avvio).
Bene, ora siamo pronti per divertirci con il cubo ed i numerosi effetti grafici di beryl. 🙂

In caso di problemi …..

nell’ eventualità che X non si avvii, premiamo Ctrl+Alt+F4, inseriamo nome utente e password, e poi:

$ sudo dpkg-reconfigure xserver-xorg

un wizard ci guiderà nella riconfigurazione del server grafico, e selezionando vesa come driver, dovremmo riuscire perlomeno a riavviare una interfaccia grafica.

ps: dimenticavo ….. questo è il risultato : http://picasaweb.google.com/toonik/SchermateLinux

3D worldBruciaExposèFlexSelectorFluids

Se poi tutto ciò non dovesse bastarvi, guardate cosa è riuscito a fare questo quà … altro che Vista !

Toonik

Annunci

Azioni

Information

10 responses

25 12 2006
Toonik

Driver ATI e NVIDIA sempre aggiornati

Esiste un nuovo progetto che consente alla community di avere sempre l’ultimo driver per le schede di Nvidia e di ATI.
Tutti gli utenti interessati a partecipare possono installare i driver e condividere la loro esperienza sul seguente thread di http://forum.ubuntu-it.org/ in modo da poter testare i driver su diverse configurazioni hardware.
Solo dopo aver testato dovutamente i driver questi saranno ritenuti stabili.

Scarichiamo ed importiamo la chiave pubblica GPG relativa a questo repository

$ wget http://www.albertomilone.com/drivers/tseliot.asc [invio]
$ gpg --import tseliot.asc [invio]
$ gpg --export --armor albertomilone@alice.it | sudo apt-key add - [invio]

per Ubuntu Edgy 32bit aggiungiamo la seguente riga al file /etc/apt/sources.list
deb http://www.albertomilone.com/drivers/edgy/nonlegacy/32bit binary/ [invio]
deb http://www.albertomilone.com/drivers/edgy/latest/32bit binary/ [invio]

oppure per Ubuntu Edgy 64bit aggiungiamo la seguente riga al file /etc/apt/sources.list
deb http://www.albertomilone.com/drivers/edgy/nonlegacy/64bit binary/ [invio]
deb http://www.albertomilone.com/drivers/edgy/latest/64bit binary/

ora aggiorniamo la lista di pacchetti:

$ sudo apt-get update [invio]

assicuriamoci di installare anche i restricted modules per il nuovo kernel che desiderate installare:

$ sudo apt-get install linux-generic [invio]

possiamo usare “386” invece di “generic”, a seconda dell’architettura, che possiamo controllare digitando

$ uname -r [invio]

dopo questo passo i restricted modules saranno aggiornati ogni volta che il nostro kernel sarà aggiornato (a meno che non installiamo un kernel per un’altra architettura, se ad esempio abbiamo un kernel generic e installiamo un kernel 386).

qindi installiamo il driver Nvidia digitando:

$ sudo apt-get install nvidia-glx [invio]

oppure, se usiamo il driver Nvidia Legacy, digitiamo:

$ sudo apt-get install nvidia-glx-legacy [invio]

poi configuriamo x con:

$ sudo nvidia-xconfig [invio]

invece per installare il driver ATI, digitiamo questi comandi:

$ sudo apt-get install xorg-driver-fglrx [invio]

$ sudo aticonfig --initial [invio]

$ sudo aticonfig --overlay-type=Xv [invio]

Fine !

14 01 2007
Toonik

Problemi con la tastiera

Dopo esserci loggati in xgl, potrebbe capitare di aver problemi con la tastiera, nel senso che alcuni tasti non rispondono come ci aspetteremmo, rendendoci difficile per esempio fare la chicciolina negli indirizzi e-mail, inoltre potremmo notare anche un aspetto diverso dei controlli e delle icone.

In attesa che siano risolti tali problemi, cerchiamo di arrangiarci in questo modo :

1) apriamo : Sistema > Preferenze > Tastiera > scheda Disposizione
aggiungiamo la tastiera italiana con tasti muti rimossi e posizionamola in cima come predefinita.

2) se non esiste, creiamo la cartella bin nella nostra home :

$ mkdir ~/bin [invio]

3) spostiamoci nella nuova cartella :

$ cd ~/bin [invio]

4) prepariamo uno script ad hoc, che contenga quanto segue :

#!/bin/sh
setxkbmap -model pc105 -layout it
gnome-session-remove gnome-settings-daemon &
/usr/lib/control-center/gnome-settings-daemon &

5) salviamo queso script con il nome mia_tastiera.sh e rendiamolo eseguibile con :

$ chmod +x mia_tastiera.sh [invio]

6) ora possiamo decidere se avviarlo a mano con :

$ ./mia_tastiera.sh [invio]

oppure farlo partire in automatico, aggiungendolo in :

Sistema > Preferenze > Sessioni > Avvio programmi

Per adesso credo che sia tutto.

7 02 2007
Toonik

Semplicemente : AIGLX + Beryl + Emerald

Oggi ho configurato il desktop 3D sulla Ubuntu “Edgy Eft” di mia moglie e meraviglia delle meraviglie, non si è lamentata di nulla, anzi … è stato bello vedere che dopo tanti anni, riesco ancora a sorprenderla 🙂

Ho voluto aggiungere questo commento, perché illustrerà un modo semplice per ottenere effetti 3D talmente belli da rendere l’uso del computer veramente piacevole e divertente.

La macchina che ho utilizzato per questo scopo è abbastanza modesta (P4 2.400 – 512 RAM – Radeon 9600), quindi se disponete di hardware più performante, ovviamente avrete risultati ancora migliori in termini di fluidità, comunque tenete presente che per quanto riguarda la procedura che andrò ad illustrare, è sufficiente disporre di una Ubuntu 6.10 connessa ad internet e una GPU ATI.

Per quanto riguarda i driver della scheda grafica, non dovrebbe essere necessario installare nulla in quanto useremo quelli “ati” integrati nel kernel Linux, che supportano la funzionalità “GLX_EXT_texture_from_pixmap“, indispensabile per eseguire il modulo “AIGLX“. Possiamo verificare il supporto per questa funzionalità eseguendo da terminale :

glxinfo | grep GLX

e cercando nell’output la stringa : “GLX_EXT_texture_from_pixmap“.

Anche per AIGLX non dobbiamo installare nulla, in quanto il modulo AIGLX è integrato nel sistema grafico “X”, a partire dalla versione 7.1 di xorg . Per scoprire quale versione del server grafico sia in esecuzione sulla nostra macchina, digitiamo :

X -version

e leggiamo la risposta. Poi visto che ci siamo, verifichiamo la corretta attivazione del supporto 3D digitando :

glxinfo | grep rendering

nel cui output deve essere presente la stringa “direct rendering : yes

A questo punto, non ci resta che installare i gestori delle finestre e dei temi, o per essere più precisi : Beryl il “compositing window manager” ed Emerald il “window decoretor“. Per poterlo fare è necessario aggiungere nel file “/etc/apt/sources.list” la seguente riga :

deb http://download.tuxfamily.org/3v1deb edgy beryl-svn

e di seguito importiamo la chiave gpg del repository appena aggiunto, digitando in un terminale :

wget http://download.tuxfamily.org/3v1deb/DD800CD9.gpg -O- | sudo apt-key add -

Bene, ora apriamo Synaptic e dopo aver cliccato su “Ricarica” ed aver atteso la fine dell’operazione, andiamo su “Cerca” e nella casella che ci appare scriviamo : beryl ed emerald, poi clicchiamo su cerca. A questo punto dovremmo avere una bella lista di software attinente a Beryl ed Emerald, quindi procediamo con l’installazione spuntando le seguenti voci :

beryl
beryl-core
beryl-manager
beryl-plugins
beryl-plugins-data
beryl-settings
beryl-settings-bindings
emerald
emerald-themes
emerald-themes-extra
libberyldecoration0
libberylsettings0
libemeraldengine0

clicchiamo di seguito su “Applica” ed ancora “Applica”.
Per quanto riguarda le cose da installare abbiamo finito, ma prima di poter usare il nostro nuovo desktop 3D dobbiamo configurare il server grafico a mano, andando a modificare il file “/etc/X11/xorg.conf”.

Iniziamo … facciamo una copia di sicurezza del file xorg.conf digitando :

sudo cp /etc/X11/xorg.conf /etc/X11/xorg.conf.BKP

poi apriamo il file con Gedit in questo modo

sudo gedit /etc/X11/xorg.conf

e per prima cosa controlliamo che nella sezione : Section “Module” siano presenti le voci : Load “dri” e Load “glx”, mentre se dovesse essere presente anche Load “GLcore”, questa voce andrebbe commentata anteponendo alla riga stessa il carattere # (cancelletto).
Scorriamo il file sino alla sezione : Section “Device” ed aggiungiamo le seguenti righe :

Option "RenderAccel" "true"
Option "NoRenderExtension" "false"
Option "DisableGLXRootClipping" "true"
Option "AddARGBGLXVisuals" "true"
Option "AllowGLXWithComposite" "true"
Option "XAANoOffscreenPixmaps" "true"

Ora spostiamoci in : Section “Screen” ed assicuriamoci che il “DefaultDepth” sia impostato al valore 24.
Adesso raggiungiamo la sezione : Section “ServerLayout” ed aggiungiamo la riga seguente :

Option "AIGLX" "true"

Inoltre assicuriamoci che la sezione : Section “DRI”, sia impostata come segue :

Section "DRI"
Mode 0666
EndSection

e concludiamo aggiungendo alla fine del file la sezione seguente :

Section "Extensions"
Option "Composite" "enable"
EndSection

Salviamo ed usciamo.

Abbiamo finito, quindi non ci resta che riavviare il sistema, entrare regolarmente in Gnome e poi digitare in un terminale : beryl-manager per avviare il nuovo gestore 3D. Nel caso desiderassimo usare Beryl come window manager predefinito, potremmo inserirlo nei programmi d’avvio di Gnome, aprendo “Sistema > Preferenze > Sessioni > Programmi d’avvio, raggiungendo /usr/bin/beryl-manager con sfoglia. Da ora in poi ad ogni login ci sarà sempre un mondo 3D ad accoglierci 🙂

———-

23 12 2007
Una nuova pubblicazione nel panorama Linux - Total Linux - « Linux per tutti

[…] Iceweasel, vado sul mio blog alla sezione “Linux Desktop” e raggiungo il post “Linux desktop 3D“. A questo punto non ci sono più dubbi, infatti scorrendo l’articolo sino in fondo è […]

30 10 2012
tumblr.com

It’s seldom I bump into bloggers with a writing form like yours.

7 11 2012
debhedibiyh.bravejournal.com

It’s rarely I encounter bloggers with a writing style like yours.

27 11 2012
Marion

I read your web site just so I can study your one-of-a-kind writing panache.

10 03 2013
turmeric arthritis

You can also put a spoonful of the spice in a glass
of water and drink it daily. I use this herb to help with pain and
inflammation. Using cultures of neurons as the initial test ‘subjects’, they
carried out an iterative drug discovery process based on efficacy
of drug candidates in preventing or relieving a
variety of age-associated pathologies.

11 03 2013
Nike Free

Hey are using WordPress for your blog platform? I’m new to the blog world but I’m trying to get started and set up my own.
Do you need any html coding knowledge to make your own blog?
Any help would be greatly appreciated!

31 03 2013
loan modification

Hi there! This post could not be written any better!

Looking at this article reminds me of my previous
roommate! He continually kept talking about this.
I will send this article to him. Pretty sure he will have a very good
read. I appreciate you for sharing!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: